Fogl’Anima

La terra natale
la porta delle fate
il respiro di chi passa
il cielo, come cambia
la tosse del vento
la brina sulla luna
il muschio, l’amore.
Smangiate e scure in viso
state in un angolo di vita
un sasso una radice, poi nel silenzio
una scia vi scintilla in aria.
Quanto mistero nelle pagine che non voltate
mentre volate di schiena
lasciando cadere il fiocco della fine.